panozzo

Se due anni fa qualcuno mi avesse fermato per strada e mi avesse detto che in 730 giorni o giù di lì avrei fatto del cibo qualcosa che somiglia a un lavoro sarei scoppiata a ridere come durante una puntata di Friends. Una delle migliori, tipo quella in cui Ross, Rachel e Chandler spostano il divano facendo perno. Se me l’avesse detto una zingara leggendomi la mano non le avrei creduto nemmeno per un secondo, ma le avrei sganciato ugualmente almeno 20 euro perché ho sempre avuto una gran paura del malocchio. Comunque.

trittico street food copia

Ai festival dello Street Food, che quando ero piccola mi pare si chiamassero “sagre”, mi sono sempre sentita fuori posto. Come un fagiano in tangenziale, come i campionati di Quidditch a Gallipoli. Eppure, se nella Perla dello Ionio è stato possibile ammirare giovani a cavallo di una scopa, perché non accettare la possibilità altrettanto remota che io possa gestire un “ristorante casalingo” con tre co-inquiline. Ci sono cose ben più improbabili (Donald Trump candidato alle presidenziali americane, per dirne una).

street food 2 copia

Quindi eccomi qui, a camminare tra food truck con un bagel nella mano destra e un’altra mano nella sinistra. La mano di qualcuno di cui la zingara avrebbe visto l’iniziale nella nebbia. Qualcuno che è al pari con Game Of Thrones e con cui posso parlare fino allo sfinimento di quanto siano cattivi gli Underwood.

-Come mai qui c’è mezzo universo conosciuto e alla fiera del gelato eravamo in cinque?
-Probabilmente se l’avessero chiamato Ice Cream Festival avrebbero attirato folle oceaniche.
-Un cono piccolo con Pistacchio del Vietnam e Stracciatella dei Cinque Monaci, per favore.
-Sono 9 euro e 90.

ing

Qualcosa mi dice che questa potrebbe essere la volta buona.

Bagel vegetariano alla Mediterranea

Ingredienti
375 g di Farina biologica “0”, 300 g di pomodorini datterini, 200 g di stracciatella di bufala, 7 g di lievito di birra, 1 melanzana, 2 uova fresche, farina di mais, fecola di patate, Parmigiano Reggiano, zucchero di canna, origano, erba cipollina fresca, semi di papavero, semi di sesamo, miele d’acacia, olio extravergine d’oliva, sale e pepe

Preparazione
Prepara i bagel il mattino per la sera: sciogli il lievito in un po’ d’acqua tiepida, aggiungi la farina setacciata, 200 ml d’acqua tiepida e 15 ml di olio extravergine d’oliva e, come ultima cosa appena prima di impastare, 2 cucchiaini di sale fino sciolti molto bene in poca acqua. Inizia a lavorare l’impasto: ripiegalo su se stesso con le estremità verso il centro e ruota ogni volta la pasta finché non otterrai una massa lucida, compatta ed elastica. Dividila in 4 parti e forma delle sfere lisce, poi con un coppapasta o un bicchierino forma un buco nel centro. Copri le ciambelline di pasta con un canovaccio e lasciale riposare per almeno 2 ore a temperatura ambiente costante. Mentre i bagel lievitano prepara i pomodorini confit: lava i pomodorini, tagliali a metà per il lungo e disponili con la parte tagliata verso l’alto su una teglia ricoperta di carta forno. Aggiungi in maniera uniforme una miscela di olio extravergine d’oliva mescolato con un po’ di miele, origano, sale, pepe e spolverizza i pomodorini con pochissimo zucchero. Metti in forno la teglia a 120-150°C per circa 1 o 2 ore. Nel frattempo porta a ebollizione una pentola grande d’acqua (circa 1,5 l) con mezzo cucchiaio di fecola di patate, mezzo cucchiaio di zucchero di canna e 1 cucchiaio di sale fino. Versa 2 bagel alla volta nell’acqua bollente e lasciali cuocere per un minuto e mezzo, girandoli con cura. Scolali bene e adagiali in una teglia ricoperta di carta forno già spolverizzata con farina di mais. Decora i bagel con semi di papavero e sesamo e mettili in forno per circa 20-25 minuti a 220°C: a cottura ultimata dovranno risultare ben dorati in superficie. Per la farcitura: affetta le melanzane a fettine di medio spessore, spennellale con un po’ d’olio e grigliale su una padella o piastra da fornello. Poi condiscile con un filo d’olio, sale e un po’ d’origano. Sbatti le uova in una ciotola con un pizzico di sale, pepe, 3 cucchiai di Parmigiano Reggiano grattugiato e una manciata di erba cipollina fresca tritata. Cuoci, così, 4 piccole frittate in una padella piccola con un filo d’olio. A questo punto puoi assemblare i bagel: scaldali e tagliali a metà poi aggiungi la frittatina, le fettine di melanzana grigliata, un cucchiaio di stracciatella di bufala e i pomodorini confit. Richiudi i bagel e buon appetito!

Print Friendly

about Emma

Sono una cinefila per vocazione, procrastinatrice professionista, laureata nell'arte di scongelare. Vivo di serie TV e ricordi d'America. Non ho (ancora) imparato a cucinare, ma spesso me ne dimentico. Abito in Via delle Ortiche 23, piano terra, appartamento a ovest.

2 comments
  1. Debora says:

    Pensavo di conoscere già tutti i blog di questo pianeta degni di nota e particolare attenzione.
    Poi l’altro giorno, seduta ad un bistrot con la piacevolissima e preziosissima compagnia di un Gambero Russo, ho scoperto, ahimè, che mi mancava una perla rara. Tra la lista, non troppo lunga a dirla tutta, dei luoghi in cui il mio cuore riposa, i miei occhi si illuminano e la mia mente si perde in racconti e parole perfette; beh dicevo, in questa mia personalissima lista, ne mancava uno!
    Mi ero persa il condominio di Via delle Ortiche 23!! Ma cribbio come ho potuto mai!!
    Per fortuna ci sono le amiche ad illuminarci il cammino. Ed il mio è finalmente giunto qui, in questo luogo e adesso, cascasse il mondo, recupero tutto quello che mi sono persa. Così nell’attesa ch’io riesca e leggermi tutti i vostri vecchi post e a gustarmi le ricette di queste 4 fanciulle, vi lascio per iscritto i miei complimenti!! Siete uno spasso e non avrei mai immaginato esistesse un condominio tale da deliziare tutti i miei sensi.
    Vi seguirò con molto, molto, moltissimo piacere.

    • Carlotta Fiore says:

      Grazie davvero per queste parole bellissime! Siamo molto felici che tu sia arrivata in Via delle Ortiche e siamo onorate di essere entrate a far parte dei tuoi “luoghi”. Speriamo che la permanenza nel nostro condominio sia piacevole e rilassante 😉 Un grande abbraccio!

Lascia un commento